Come creare un template in Wordpress e venderlo su Internet

  • Diego Gualdoni

image from Come creare un template in Wordpress e venderlo su Internet

Hai bisogno di assistenza per WordPress? WebHosting.it ti può aiutare.

WordPress è la piattaforma in assoluto più utilizzata al mondo. Un sito su quattro è realizzato tramite WP e questo ha spinto i web designer freelance a lanciarsi in un mercato molto vasto. Creare un template in Wordpress e venderlo è un’attività che se fatta bene può portare molti frutti.

Forse ti può interessare il nostro servizio di assistenza per WordPress.

Moltissime aziende vedono di buon occhio il risparmio di denaro e tempo che si può realizzare acquistando questo CMS. La piattaforma di WordPress è open source, ciò significa che la community ad essa collegata è numerosa e pro-attiva. L’incredibile quantità di plugin lo rendono duttile ed assoggettabile a qualsiasi utilizzo se ne voglia fare.


1 ANNO GRATIS

Scopri come ottenere 1 anno di hosting gratuito. Inserisci il tuo indirizzo email per saperne di più.

Forse ti interessa: Hosting per WordPress

Navigando trovi tutorial fatti bene su qualsiasi argomento collegato, e ciò facilita il lavoro di chiunque voglia creare un template per venderlo in Internet.

Molti hanno intravisto la possibilità di dedicarsi alla creatività e non più solo alla gestione della clientela, per progetti o estensioni di progetti fatti ad hoc. E’ nata una specie di corsa all’oro dove a prevalere non è solo il lato tecnico ma anche quello di design e di marketing come vedremo tra poco.

Se stai pensando anche tu di farti avanti in questo grande mercato dei template, devi sapere che WordPress non aspetta altro. Idealmente un nuovo tema può essere creato da un professionista che conosce e sa usare i linguaggi di programmazione HTML e CSS, ma udite udite anche chi non è pratico può sfruttare alcuni tool per riuscirci.

Questo articolo è diviso in due parti: nella prima ti mostrerò un esempio di come si può realizzare un template di base per WordPress, mentre nella seconda parte vedremo l’aspetto commerciale.

L’argomento non è dei più semplici poiché richiede un po’ di infarinatura di WordPress, Html, CSS. Ti darò istruzioni semplici da applicare e riuscirai, con un po’ di tranquillità, a portare a casa il risultato.

E’ possibile realizzare un tema con WordPress sia tramite HTML e CSS, sia con tool specifici

Ti voglio dare un consiglio: un post di questo tipo richiede attenzione, vai per gradi, fai piccoli passi. Se talvolta ti sembrerà di non capire alcuni passaggi, attendi un attimo poiché è probabile che hai bisogno di fermarti e riprendere dopo qualche minuto.

Puoi affrontare le diverse tappe e staccare, per poi riprendere l’argomento quando ti senti più fresco. Inserisci questa URL nei preferiti di modo che tu possa tornarci ogni volta che lo desideri.

Se sei un professionista di web design ci tengo a darti alcune informazioni preliminari:

  • Seppur molto diffuso WordPress non è l'unico CMS al mondo, c'è anche un mercato fatto di skin e template dedicati, come per esempio a Joomla.
  • Lavorare per un progetto di design specifico porta maggiori introiti visto che il prezzo medio di un buon modello Premium di WordPress si attesta sui 50 euro.

Detto questo c’è sicuramente un mercato vivo e corposo che per l’80% passa dalla piattaforma di ThemeForest. I risultati dipenderanno da più fattori, non ultimo il marketing, come vedremo più avanti nell’articolo.

Come creare un template WordPress

Entriamo nel vivo subito. Per riuscire a creare un template per WordPress ci sono due metodi. Il primo è scrivere il codice da zero, il secondo è utilizzare uno strumento idoneo che semplifica i vari passaggi, senza dover conoscere i linguaggi di programmazione.

Possiamo partire con la creazione di un tema Wordpress da zero. Ci servirà un editor qualunque e alcune conoscienze di php,CSS e Html.

Innanzitutto puoi partire da temi gratuiti di WordPress per avere un riferimento. Qui linkati, ne trovi alcuni semplici (ciò che fa per noi), molto stabili.

Creiamo l'accesso alla directory del tema di WordPress

Occorre accedere al database del tuo sito web tramite il client FTP. Quando sei dentro bisogno creare una sottocartella, che puoi chiamare con il nome del tuo esempio, all’interno dei temi del tuo WordPress /wp-content/themes.

Per l’accesso tramite FTP necessiti delle credenziali che ti sono state fornite dal service di hosting WordPress che hai acquistato. Il software di cui dotarsi è FileZilla, se non ce l’hai, scaricalo, l’operazione è molto semplice.

Le credenziali di cui hai bisogno sono:

  1. Host: dominio
  2. Nome Utente: E' il nome utilizzato per accedere al tuo hosting
  3. Password: La password che hai utilizzato per eseguire il login nel al tuo account hosting WordPress
  4. Porta: 21

Non appena entrato devi cercare la cartella “public_html” nel riquadro in basso a destra.

Apri quindi la cartella “wp-content”, e successivamente la cartella “themes”.

Ora devi creare la sottocartella, premi il tasto destro del mouse e seleziona “Crea cartella”.

Creare un tema WordPress da zero?

HOSTING GRATIS Partiamo dalle cose semplici ma che ti servono a capire l’organizzazione generale.

Hai creato la sottocartella nella directory wp-content / themes all’interno della tua cartella di WP (WordPress abbreviato). Usa un nome di fantasia come ad esempio “template_da_zero”. Tieni conto che il nome di questa cartella deve poi essere uguale a quello del tema di WP che crei.

Innanzitutto bisogna decidere il layout del sito web che stai creando. Avrai un’intestazione, denominata Header, una barra laterale Slidebar, un’area dei contenuti Main Area e un pié di pagina denominato Footer.

Definito il layout si tratta di creare dei file nella directory ”template_da_zero”, così come ti indico di seguito:

  1. header.php - E' il nome del file che contiene il codice per la parte dell' intestazione del template;
  2. index.php: E' un file importante poiché indicherà dove sono gli altri file;
  3. sidebar.php: Qui c'è il file che riporta il codice della barra laterale;
  4. footer.php: E' il file che gestirà il footer;
  5. style.css - E per finire il file che specifica il design del tema che stai per creare;

Si possono scrivere sul Pc i file di cui hai bisogno con un editor di testo come notepad oppure notepad ++ usa quello che hai, anche se diverso non ha importanza.

Analizziamo ogni file per vedere cosa deve contenere.

Innanzitutto facciamo la dichiarazione doctype che ha la funzione di dare informazioni al browser su come deve interpretare il codice xhtml:

<!DOCTYPE html PUBLIC “-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN” http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-transitional.dtd>

A seguire scrivi i seguenti file:

Primo file: header.php

In questo file dovresti aggiungere il seguente codice:

  1.  <html>
  2.  <head>
  3.  <title>Tutorial theme</title>
  4.   <link rel="stylesheet" href="<?php bloginfo('stylesheet_url'); ?>">
  5.   </head>
  6.   <body>
  7.   <div id="wrapper">
  8.   <div id="header">
  9.   <h1>HEADER</h1>
  10.   </div>

La riga successiva:

indica a WP di caricare il file style.css. E' il tipo di design del sito. la parte php ... carica effettivamente il file dello stile.

Secondo file: index.php

Terzo file: sidebar.php

Nel file sidebar.php aggiungi il seguente codice:

  1. <div id="sidebar">
  2. <h2 ><?php _e('Categories'); ?></h2>
  3. <ul >
  4. <?php wp_list_cats('sort_column=name&optioncount=1&hierarchical=0'); ?>
  5. </ul>
  6. <h2 ><?php _e('Archives'); ?></h2>
  7. <ul >
  8. <?php wp_get_archives('type=monthly'); ?>
  9. </ul>
  10. </div>

Quarto file: footer.php

Aggiungi queste linee al file footer.php:

  1. <div id="footer">
  2. <h1>FOOTER</h1>
  3. </div>
  4. </div>
  5. </body>
  6. </html>

Quinto file: style.css

Ora aggiungi le righe al file style.css:

Abbiamo dato una struttura di base al tuo blog. Da questo momento puoi inserire, foto, animazioni ed in generale tutti i contenuti che vorrai per arrivare all’aspetto desiderato per il tuo blog.

Ceare un tema WordPress senza codice

Si ‘può relizzare un nuovo template di WordPress utilizzando semplicemente dei software che lo faranno per te. Ce ne sono diversi, in questo articolo ti mostrerò il primo della lista per farti capire la logica di funzionamento.  Gli altri più o meno fanno la stessa cosa.

Per cominciare ecco la lista dei programmi che creano temi di WordPress:

  • Template Toaster - Un software Premium sul quale ti mostrerò una prova per generare un tema di WordPress
  •  Create - E’ gratuito e completo, se vuoi ancora maggiori funzioni c’è la soluzione Premium a 49 $.
  • Headway - Soluzione che acquisti a 89 $, si carica come se fosse un normale tema di WP
  • Artisteer - 49,95 $ per il più versatile di tutti poiché agisce su diverse piattaforme in maniera molto semplice, anche se funziona solo su sistema operativo Windows.

Template Toaster genera temi WordPress

Come detto, se non sai o non vuoi codificare un nuovo tema WordPress, Template Toaster (oltre agli altri che trovi nelle lista sopra) può darti una mano.

Di seguito le caratteristiche principali.

Secondo le direttive moderne i temi che puoi creare con WP sono responsive, quindi adatti a tutti i device in circolazione. Oltre a WordPress supporta Joomla, Drupal, Magento, Blogger, ed altri ancora.

E’ inoltre ricco di widget per la personalizzazione e dispone anche di un editor WYSIWYG per poter personalizzare più in profondità.

E’ facile da utilizzare poiché ha la funzione drug and drop, e dispone di un database di immagini con cui si possono creare e gestire slideshow.

Il protocollo per trasferire i file con FTP è integrato, e questo è un bene.

Supporta CSS3 e HTML5, e ha la validazione W3C per velocizzare il caricamento sul web.

Appena aperto il software dovrai scegliere la piattaforma, nel tuo caso sceglierai WordPress with content. Puoi partire da zero oppure avvalerti di un esempio che di volta in volta modificherai.

Colori e font sono i primi segni di personalizzazione a disposizione, spesso bastano per far la differenza.

Da questo momento in poi dovrai solo utilizzare la fantasia, l’editor a disposizione ti permette di fare tutte le prove che desideri avendone immediata conferma nel riquadro accanto.

Come vendere template su Internet

Idealmente questo paragrafo dovrebbe essere messo in testa a questo articolo, per il semplice ragionamento che prima di vendere un nuovo template è il caso di conoscere cosa stia cercando la gente.

In ogni caso,  dopo aver appreso le tecniche e le conoscenze per creare un nuovo template su WordPress è venuto il momento di commercializzarlo. Ci sono tre vie principali che devi conoscere, la prima delle quali è sicuramente quella a cui si aspira maggiormente.

Vendi template su Themeforest

Themeforest è il sito dove gli addetti al web design mettono in mostra le proprie creazioni per venderle. Non riguarda unicamente il template di WordPress ma anche i plugin, i video, le immagini e ogni genere di materiale utile a personalizzare il proprio template. Il livello dei prezzi è abbastanza basso ma comunque vario. E’ il market place di riferimento per la community con un elevato livello di visibilità.

Come ogni altro portale, il servizio di Themeforest ti permette di focalizzarti sul web design e poco altro. A fronte di un buon livello di servizio di marketing occorre sottostare alle regole che riguardano anche la politica dei prezzi.

Si può decidere di affidare l’esclusiva di vendita a Themeforest ottenendone una maggior percentuale di guadagno, il 70%. In assenza di diritto di esclusiva il margine si abbassa al 50%.

Vendere template di WordPress tramite il tuo sito

Puoi decidere di vendere da te i template WP che hai creato, direttamente all’interno del tuo blog magari dedicato all’ambiente del web design.

I profitti sono tutti tuoi ma dovrai generare molto traffico per poter rendere visibile la tua offerta. Prima di scegliere questa opzione fai un po’ di ricerche.

Una buona strategia è quella di rendere il tuo template gratuito con meno funzioni per poi indurre l’upgrade alla versione Premium, questa tecnica prende il nome di Freemium.

Vendere template tramite CreativeMarket

Si tratta di un’alternativa a Themeforest un po’ meno conosciuta e frequentata. Dalla sua ha l’immediatezza. Se non dai l’esclusiva a Themeforest non puoi non utilizzare anche questa piattaforma. Per la verità ce ne sono altre di piattaforme anche se con minore traffico, non sono da disdegnare soprattutto agli inizi.

Consigli finali

L’argomento come hai visto è abbastanza vasto. Se hai capito di poter affrontare questo mercato, non ti resta che attuare i consigli pratici che ti ho messo a disposizione.

Se fossi in te cercherei di approfondire un po’ di più il tema della programmazione, poiché è quella che ti permetterà di emergere con contenuti originali rispetto a quelli dei tuoi concorrenti.

Sebbene sia possibile creare dei buoni template partendo da zero o con l’aiuto di software che facilitano di parecchio il lavoro, il tuo scopo è quello di venderli e per questo devono essere belli e funzionali.

Raggiunto un buon livello, venderli non sarà difficile sulle varie piattaforme o nel tuo blog.

Forse ti interessa: