Guida ai Domini in Scadenza: 3 modi per guadagnarci

  • Diego Gualdoni

image from Guida ai Domini in Scadenza: 3 modi per guadagnarci

E’ vero.

I domini in scadenza offrono ancora un’importante possibilità di guadagno, diretto o indiretto.

Ma è altrettanto vero che la competizione è in costante aumento e il rischio di commettere dei passi falsi è dietro l’angolo se non sai come muoverti correttamente.

Questa guida ha proprio questo obiettivo.

Spiegare come individuare i domini in scadenza (con pr alto, come si diceva una volta) con un reale valore e quale strumento utilizzare per acquistarli.

Ai prezzi più competitivi della rete.

Cosa sono i domini in scadenza

I domini in scadenza sono domini che presto sarà possibile riacquistare

Se sei un utente esperto, puoi saltare questa parte e passare subito a quella successiva, se invece ti stai avvicinando per la prima volta a questo genere di domini, allora continua a leggere…..

Come certo saprai, quando si acquista un dominio, in realtà lo si sta solo affittando. Sarà il titolare a decidere per quanto tempo; un anno oppure dieci.

Alla fine però il titolare dovrà decidere se rinnovarlo ancora, oppure se lasciarlo scadere, per qualsiasi motivo.

Ecco!

Un dominio in scadenza è un dominio appartenuto a qualcun altro che però ha deciso di non rinnovarlo.

Dopo la data di scadenza, inizia un periodo che varia da estensione ad estensione, alla fine del quale il dominio potrà essere registrato nuovamente da chiunque.

Per quanto riguarda i domini con estensione .it, il periodo di rilascio del dominio prevede queste fasi.

On Hold

A partire dal giorno successivo alla scadenza, il dominio entra nella fase On Hold oppure Auto-Renew Grace Period, che per i domini .it dura fino a 15 giorni.

Redemption Grace Period

Periodo che dura 30 giorni. Il vecchio titolare, tramite il suo attuale registrar può ancora decidere di rinnovare il dominio.

Pending Delete

In questa fase, che dura anch’essa 30 giorni, non è più possibile fare nulla. Il dominio è avviato verso la sua definitiva cancellazione.

Drop Time

Questa è l’ultima e più breve fase del dominio in cancellazione. Nel giro di pochi giorni il dominio sarà nuovamente disponibile per una nuova registrazione.

E qui comincia il bello per chi desidera riacquistarlo….

Come individuare i domini in scadenza di valore

Ahrefs.com è uno dei migliori tool per valutare la forza di un dominio

Non tutti i domini in scadenza sono uguali, ovviamente!

In questa parte vengono messi in luce i parametri che è necessario valutare prima di procedere con l’acquisto.

I parametri che verranno illustrati sono assolutamente necessari per poter individuare nel modo corretto un dominio di valore evitando così di buttare via i soldi.

Prima di tutto, è necessario individuare uno strumento che consenta di avere un’idea d’insieme del reale valore di un dominio che sta per scadere.

Per questo suggerisco il tool Seologico, oppure Match.it o Nidoma.com. Presso questo indirizzo infatti, potrai avere la lista dei domini in scadenza fornita tramite il nic (Registro.it), giorno per giorno.

login.seologico.it/droptime

Questa è l’elenco dei domini in scadenza disponibili ogni giorno

ANNO DI ATTIVAZIONE

Nella prima colonna viene indicato l’anno di prima registrazione del domino. I domini che sono stati registrati per la prima volta diversi anni fa hanno generalmente un valore superiore. Google infatti tiene conto della longevità di un dominio come fattore minore di posizionamento. 

Ovviamente poi ci sono mille eccezioni….

Quando scelgo un dominio da recuperare, tendenzialmente evito di acquistare un dominio che ha un anno o due di vita.

LUNGHEZZA 

Questo fattore è ininfluente. Non è un aspetto che da dei riferimenti per comprendere il valore di un dominio.

 DOMAIN AUTHORITY (DA)

Questo parametro (DA) viene fornito da MOZ. Secondo dei calcoli frutto di un algoritmo proprietario, ad ogni dominio viene assegnato un valore che va da 0 a 100.  

Più è grande questo valore, più “forte” sarà il dominio preso in esame.

Un dominio appena creato avrà valore pari a zero, mentre Facebook, tanto per fare un esempio, ha valore 100.

PAGE AUTHORITY (PA)

Anche questo valore (PA) è stato pensato da MOZ, in questo caso si attribuisce uno specifico valore, e quindi peso, ad una singola pagina e non, come per la DA, ad un sito nel suo complesso.

DOMAIN RATING (DR)

Questo valore viene fornito da AHREFS. Il valore DR indica la forza del profilo di backlink diretti verso il dominio esaminato. E varia da 0 a 100.

L’obiettivo di questo valore è quello di indicare il valore complessivo di tutti i backlink che uno dominio ha.

Per questo lo considero uno dei valori principali da osservare quando sto per acquistare dei domini in scadenza.

Il valore DR può anche essere considerato un valore che ci indica la probabilità per un dominio di ottenere del traffico da Google.

Il DR è un valore qualitativo. Esprime cioè la qualità dei domini che linkano il dominio che si sta valutando.

DOMINI

Altro valore fornito da AHREFS. In questo caso il valore indicato riassume il numero di domini linkati a quello preso in esame. Questo valore è di tipo quantitativo, ed è un valore oggettivo.

Rappresenta cioè il numero di domini che AHREFS è stato in grado di individuare che linkano ad un dominio specifico.

Questo significa che un dominio con 100 domini linkanti, non necessariamente abbia un valore superiore di un dominio con 50 domini linkanti. 

BACKLINK

Altro valore fornito da AHREFS. In questo caso vengono calcolati i singoli link verso il dominio che si sta valutando. Ad esempio un dominio A ha valore DOMINI 10 e valore BACKLINK 32. 

Questo sta a significare che il dominio A riceve link da 10 domini differenti, alcuni dei quali lo linkano più volte.

KEYWORD

AHREFS è in grado di dare in tempo (quasi) reale il numero di keyword, presenti nelle prime 100 posizioni su Google, per le quali il dominio è ancora posizionato.

Questo è un valore molto importante se si cerca un dominio in grado di recuperare velocemente traffico e visibilità.

TRAFFICO

Questo valore sta ad indicare, sempre secondo AHREFS, il valore di traffico stimato un dominio è in grado di avere attualmente.

Ci sono dei domini, che sebbene non visibili da oltre 60 giorni, riescono a mantenere le proprie pagine ancora posizionate nelle prime posizioni, tale da garantire un traffico reale.

GOV e EDU

Link provenienti da domini gov e edu. Google reputa molto importanti questo genere di backlink, anche se per i domini a estensione .it sono assai rari.

IP

Il valore IP indica il numero di differenti ip da cui provengono i link. Un dominio con 100 link e un solo ip ha meno valore di un dominio con 100 link provenienti da 100 ip differenti.

BL NF e BL IM

Questi valori indicano rispettivamente backlink nofollow (di valore nullo o quasi) e backlink provenienti da immagini (cosa che migliora il profilo backlink di un dominio).

Sono ora in grado di individuare un dominio di valore?

Dopo aver fatto questa veloce carrellata di parametri da valutare, posso dire che non esiste una ricetta unica per individuare il dominio perfetto.

Sarà necessario trovare un equilibrio tra i parametri indicati e prendere la propria decisione. Ti ricordo che Seologico consente di ordinare l’elenco dei domini a seconda dello specifico parametro che stai valutando.

Questo facilita l’analisi dei vari domini.

Attenzione però, se hai individuato un dominio che ti piace, devi fare ancora un controllo fondamentale e capire se difronte a te c’è una gemma (inteso come dominio in scadenza di valore), oppure una trappola…

Continua a leggere per capire di cosa sto parlando.

Il dominio potrebbe essere spammato, anche pesantemente!

Supponi di aver trovato un dominio registrato per la prima volta nel 2010, con valore DR 35, con 123 domini linkanti e con con 345 backlink totali.

Apparentemente un ottimo dominio. E invece non è così semplice.

Un dominio in scadenza può riservare brutte sorprese: attento allo spam!

Cosa significa?

Significa che il dominio in oggetto potrebbe essere stato riempito di backlink di scarso valore o, peggio ancora, link tossici.

Per individuare questo pericolo, devi utilizzare tool a pagamento come AHREFS (appunto) oppure gratuiti come openlinkprofiler.org (ma meno attendibile).

Quello che dovrai fare è individuare link sospetti (quelli con estensioni strane tipo .ru, .cn, .jp o tw) e ancore sospette e non idonee con i contenuti originali del sito.

Supponi di aver trovato un dominio che parla di  mobili per l’ufficio con link provenienti dalla Russia con ancore tipo Viagra, Moncler o altri simili.

Ecco, questo è un dominio spammato che devi evitare.

Come acquistare e utilizzare i domini in scadenza

Ottimo!

A questo punto dovresti essere in grado di individuare ed acquistare un dominio di valore tramite Seologico.

La domanda ora è: come lo posso utilizzare?

In effetti ci sono molti modo per sfruttare i domini recuperati, i più diffusi sono:

  1. Redirect 301
  2. Private Blog Network
  3. Adesense o Affiliazioni

Redirect 301

Fonte: https://www.novomotus.com

Utilizzare i domini recuperati per migliorare le “prestazione seo” dei propri progetti è uno dei trucchi più diffusi. E la tecnica del Redirect 301 è una delle mie favorite.

Una delle mie favorite perché è probabilmente la più semplice e veloce da implementare e quella che garantisce i maggiori benefici.

Ma in cosa consiste?

Semplice.

Una volta trovato un dominio molto autorevole e pertinente con gli argomenti trattati dal tuo sito, non dovrai far altro che ridirigerlo verso il sito che vuoi spingere con il redirect che piace ai motori di ricerca.

L’effetto finale sarà quello di convogliare tutta la link juice del dominio recuperato verso il tuo sito.

Nota Bene: in questo caso non potrai utilizzare più di un dominio come redirect. Utilizzarne più di uno potrebbe portare a delle pesanti penalizzazioni da parte di Google.

Private Blog Network

Utilizzare i domini recuperati per le PBN è forse il metodo più diffuso. Tuttavia è anche il metodo più complesso, dispendioso e rischioso.

Questa tecnica consiste nell’acquistare diversi domini recuperati, creare dei contenuti a temi specifici (come quello del sito finale che vuoi spingere) e mettere dei link che puntino a quello che viene definito Money Site (il tuo dominio o quello di un tuo cliente).

Adesense o Affiliazioni

Questa strategia è una via di mezzo tra le precedenti. 

Praticamente, quello che va fatto, è individuare domini autorevoli, che magari in passato generavano traffico e poi ricostruirli con i vecchi contenuti (che puoi recuperare da Web Archive) e aggiungerne di nuovi ogni settimane, ogni mese.

In questo modo vedrai che il sito basato sul dominio recuperato comincerà a generare nuovamente traffico che potrai monetizzare tramite la pubblicità di Adsense oppure tramite qualche programma di affiliazione.

Magari anche tu in questo modo potrai realizzare un blog di successo.

Raccomandazioni finali

Questa tecnica è pericolosa; stai attento!

Se sei arrivato fino a qui, voglio che ricordi bene una cosa.

In questo articolo sono stati indicati i parametri che devi adottare per scegliere bene un dominio in scadenza e quali tecniche applicare per sfruttare al meglio i domini recuperati.

Tuttavia, non sto consigliando di farlo.

E soprattutto tieni a mente il fatto che queste tecniche potrebbero generare pesanti penalizzazioni al tuo sito.

Quindi, se decidi di procedere, fallo con molta cautela.