Truffe tramite email e conti correnti fasulli

  • Diego Gualdoni

image from Truffe tramite email e conti correnti fasulli

Le truffe tramite email rappresentano una forma di crimine in forte ascesa. In questo articolo parleremo di cosa si tratta e di come prevenirle.

Alcuni criminali hanno individuato un abile stratagemma per truffare imprenditori ed aziende intercettando pagamenti dagli importi molto elevati. E chiunque stia inviando i dati del proprio conto corrente tramite email potrebbe essere oggetto di questo genere di truffa.

Lo scorso anno, nella sola Inghilterra, sono state registrate delle truffe per un ammontare di oltre dieci milioni di sterline. In particolare, se i dati del conto corrente vengono spediti per email, c’è il rischio che la il messaggio possa essere intercettato e i dati bancari modificati con conti correnti fasulli. Per questo motivo, sia nel caso in cui si stia effettuando un pagamento verso terzi, o che si sia in attesa di riceverlo. è fondamentale valutare con cautela i messaggi di posta che contengano i dati bancari da utilizzare.

Come affermato dalla banca Barclays è necessario procedere con molta attenzione.

Ma come avviene la truffa tramite email?

Questo genere di truffe avvengono tramite un ingresso non autorizzato nell’account di posta di una delle due parti (fornitore o cliente). In questo modo viene introdotto un malware dentro il computer hackerato che non da alcun segnale della sua presenza. Nel momento in cui il malware riconosce degli scambi di email specifici, che fanno riferimento a pagamenti da effettuare, si attiva contattando il cliente che deve effettuare il pagamento fornendo dei dati bancari diversi da quelli reali.

In questo modo, il cliente che deve effettuare il versamento, riceve dal malware un avviso secondo il quale i conti correnti aziendali sono stati modificati e che quindi il versamento va effettuato tenendo conto solo dei nuovi dati bancari.

L’email che il cliente riceve viene inviata in modo da sembrare un’email legittima, inviata proprio dal fornitore che è in attesa del pagamento.

Cosa è necessario fare in questi casi?

Il primo campanello d’allarme è quello di ricevere un messaggio dell’ultimo minuto in cui viene scritto che c’è stato un cambiamento del conto corrente bancario del fornitore. Questo genere di notifiche devono essere gestite diversamente, non tramite una semplice email, ma telefonicamente o di persona.

Nel caso in cui si dovesse ricevere un’email di questo tipo, è buona norma assicurarsi della legittimità delle informazioni inviate telefonando direttamente al fornitore. Quindi, è necessario verificare attentamente la veridicità delle informazioni ricevute prima di inviare un pagamento.

Conclusioni

Purtroppo al momento non ci sono sistemi antivirus e antimalware in grado di intercettare questo genere di truffa. L’unica raccomandazione che possiamo fare, oltre a quelle fino ad ora elencate, è quello di gestire il servizio di posta con la massima attenzione possibile.

Prima di tutto è necessario installare sul proprio computer dei sistemi antivirus professionali. Ce ne sono tantissimi on line e tutti validi. Nel caso non si è in grado di procedere in autonomia, il consiglio è quello di rivolgersi a dei tecnici specializzati.

Altro accorgimento suggerito è quello di cambiare la password delle caselle in uso con regolarità.