Esperto WordPress: 5 motivi per cui serve anche a te

  • Diego Gualdoni

image from Esperto WordPress: 5 motivi per cui serve anche a te

Esperto Wordpress: perché te ne serve uno per fare crescere la tua attività?

Oggi almeno il 70% dei siti web di tutto il mondo è fatto con Wordpress

Questo famoso CMS (così si chiama in gergo tecnico il sistema di gestione dei contenuti) nato per i semplici blog, oggi permette di creare siti vetrina, eCommerce, siti di booking, siti di tipo social, landing page, siti di formazione e molto molto altro.

Insomma è diventata una soluzione completa, facilmente applicabile e scalabile.

I motivi del successo di Wordpress

Wordpress è così famoso per due motivi principali:

  • La semplicità di utilizzo

Infatti oggi è possibile costruirsi un sito senza saper niente di webdesign e di HTML, CSS o PHP, grazie ai vari page builder, cioè plugin per wordpress che permettono di costruire un sito con un editor visivo.

Un vantaggio incredibile. Anche tante altre azioni ed automazioni, che un tempo avrebbero richiesto complicati programmi e stringhe di codice, oggi funzionano tramite plugin, che in parole povere sono degli applicativi che permettono di aggiungere funzioni diverse al sito senza dover scrivere una riga di codice. Spesso bastano due click.

  • Il codice aperto

Codice aperto, in inglese Open Source, significa che tutti coloro che sanno programmare possono creare le loro versioni e personalizzare i loro siti al massimo livello. Significa anche che si possono sviluppare infiniti plugin e che il tutto è molto economico, quando non gratis.

Infatti il progetto Wordpress di per se è gratuito: chiunque può installare WordPress gratuitamente sul suo hosting per creare un sito.

Poi ci sono servizi e funzioni avanzate (sviluppate da esperti di wordpress indipendenti , grazie al fatto che, come dicevamo prima, il codice è aperto) che possono funzionare con modelli di freemium (versione base gratis e poi funzioni avanzate a pagamento) o totalmente gratuite.

  • Facilità di interazione con altre piattaforme

Proprio grazie alla grande massa critica di utenti e di sviluppatori e al codice aperto, WordPress ormai si integra con migliaia di software, piattaforme social ecc. Permettendo così di lavorare su soluzioni a 360 gradi.

  • La grande community globale

Per i punti appena citati, utilizzare un hosting WordPress significa entrare a far parte di una grande community mondiale che ogni giorno lavora sulla piattaforma e la fa crescere, cercando di migliorarla e di creare nuove soluzioni. Questo significa che, in teoria, anche trovare soluzioni ai problemi è molto semplice visto che qualsiasi situazione è sicuramente capitata a tanti altri più volte ed è descritta da qualche parte su un forum o su un sito. Un esperto Wordpress o chi vuole veramente diventarlo deve solo applicarsi nella ricerca!

  • SEO Friendly

In generale WordPress, nascendo come piattaforma per blog e contenuti è per sua natura molto facile da ottimizzare per il posizionamento sul motore di ricerca.

  • Non dipendere da una sola persona

Lavorando su Wordpress è molto semplice risolvere problematiche per chi lavora in squadra o per chi si deve rivolgere ad un altro webmaster dopo che il sito è stato consegnato. In altri casi, quando si tratta di siti realizzati da 0 da un programmatore, ogni nuova aggiunta, ogni integrazione deve essere creata a parte con tempistiche lunghe, e se qualcun altro deve metterci mano dovrà ripercorrere a ritroso il lavoro fatto da un altro con grande dispendio di tempo e denaro.

Questo punto è molto importante e lo amplieremo nel prossimo paragrafo.

Il tuo sito Wordpress VS sito realizzato da 0 da un programmatore

In alcuni casi, avere un sito realizzato totalmente da 0 senza l’utilizzo di piattaforme esterne è un vantaggio.

  • Aziende strutturate con progetti a lungo termine
  • Aziende con team di sviluppo e assistenza tecnica
  • Aziende con la capacità di investire continuamente in nuovi sviluppi della propria piattaforma

Ecco in questo caso avere una soluzione proprietaria, può rendere più sicura l’azienda sotto molti punti di vista (anche se sarebbe comunque possibile usare WordPress)

Questa soluzione però non è consigliata per tutte le altre aziende: anzi si tratta di un vero suicidio digitale.

Se non c’è un programmatore già in azienda, con un rapporto di fiducia e destinato a restare a lungo termine e manca la capacità economica di assumerne altri in tempi brevi senza perdere tempo sul lavoro, lavorare con un sito sviluppato da zero può diventare problematico.

 Ogni volta che bisogna fare una modifica, integrare un’altra piattaforma o un nuovo social, e diventa impossibile se la persona che lo ha programmato non si rende disponibile e bisogna trovare un nuovo sviluppatore disposto a mettere mano al lavoro di un altro, magari in tempi ragionevoli e senza costi esorbitanti.

In questo caso lo stesso sviluppatore tende a consigliare un rifacimento totale del sito, vanificando l’investimento fatto in passato.

Wordpress: non sono tutte rose e fiori, ecco quando ti serve l’esperto.

Approfondisci su https://www.webhosting.it/wp/

Tutto quanto detto fino ad ora non deve far passare un messaggio sbagliato: WordPress, in tutta la sua semplicità, versatilità e scalabilità non significa che sia al riparo da problemi.

Anzi.

A volte proprio la sua natura versatile e facile può causare problemi se non c’è un esperto di wordpress ad evitarli (e risolverli).

Di quali problemi parliamo? 

Le problematiche più comuni con WordPress sono:

  • Siti pesanti e lenti da caricare
  • Siti con pagine di errore 
  • Siti con design instabili (elementi mancanti ecc)
  • Siti poco sicuri
  • Siti con problemi di SEO

Tutte problematiche che, se le riscontri, devi risolvere subito, grazie all’aiuto di un esperto wordpress. 

Una figura che ti può servire anche se non sai se ci sono problemi sul sito ma senti che le performance non sono come ti aspetti e vuoi toglierti il dubbio.

Tutte problematiche descritte sono dovute spesso ad un fattore: sottovalutare WordPress.

Cioè, pensare che essendo una piattaforma versatile e facile, permetta di metterci mano infinite volte senza un progetto preciso, senza preoccuparsi e senza cautele pensando che lo smanettare con un sito già funzionante o destinato a funzionare sia una buona idea solo perché “facile”.

Ci sono modi per impratichirsi di WordPress ma, ovviamente, farlo con il sito della propria azienda o di un cliente non è sicuramente una buona idea. Un consiglio di cautela ovvio che per molte ragioni (a volte per tempo, a volte per scarsità di fondi o di conoscenza) non è spesso seguito.

Un altro problema comune, legato al precedente, è il fatto che spesso molti siti WordPress, sono realizzati da professionisti che in realtà non sono esperti di Wordpress o di sviluppo web. Spesso sono grafici, creativi, social media manager ed altro che sono approdati a WordPress per la facilità di utilizzo e lo hanno aggiunto ai loro servizi.

Purtroppo però il fatto di non essere specializzati nella realizzazione di siti web causa spesso siti con problemi che non vengono notate nemmeno da chi li ha realizzati e richiedono l’intervento di un esperto esterno.

5 motivi per cui serve anche alla tua azienda

1) Siti Wordpress pesanti e lenti da caricare

Come già detto molte volte in questo articolo, chiunque può, virtualmente lavorare con Wordpress. Basta installare dei plugin ed il gioco è fatto. Serve un modo per realizzare un sito senza avere nessuna esperienza di codice? Un plugin con un editor visivo con elementi da trascinare e modificare facilmente.

Serve un sistema che si colleghi con un software che invia email? Un plugin.

Serve un collegamento automatico con i social che pubblichi automaticamente tutte le novità?

Un plugin.

Ecco tutti questi plugin tendono ad appesantire il sito. Ogni volta che si apre una pagina tutte queste funzionalità extra vanno caricate, con tutto il corredo di codice che noi non vediamo ma che si portano dietro. Una vera piaga.

Anche perché spesso i plugin possono fare conflitto tra di loro o non essere supportati da una nuova versione di Wordpress. 

Un occhio esperto può accorgersene, mentre il principiante si gratta la testa davanti a un sito ultra-lento.

2) Siti con pagine di errore e design instabili (elementi mancanti ecc)

Un altro errore comune dei principianti o di chi si dedica al fai da te con Wordpress sono siti con pagine di errore e contenuti mancanti. Questo capita spesso a causa dei famigerati plugin: non vengono aggiornati o di nuovo, fanno conflitto tra di loro o con il template scelto, causando esperienze strane: nel back-end si vede tutto, ma l’utente non vede niente.

Ci sono persone che ad esempio provano ad usare diversi page builder (plugin per creare siti in modo molto facile) e poi si dimenticano di disattivare quelli inutilizzati e di uniformare le pagine. Una vera guerra di plugin in concorrenza

Un’altra causa di questo può essere una cosa banale ma spesso trascurata: affidandosi a plugin che fanno tutto loro, ci si dimentica di controllare con cura le URL, spesso quando ci sono più versioni di pagine o di contenuti, rimossi, modificati, caricati più volte, ci sono conflitti con gli indirizzi url che vanno controllati manualmente.

Un compito che non richiede una grande abilità ma che è tedioso e monotono e facilmente procrastinato dai principianti.

In altri casi ci sono plugin e site builder che richiedono configurazioni manuali di ogni pagine per essere visualizzati correttamente su diversi dispositivi: il responsive “automatico” non è una cosa che puoi dare per scontato e se non verifichi manualmente potrai avere brutte esperienze.

3) Siti poco sicuri

WordPress è spesso snobbato da alcuni sviluppatori perché ha la fama di essere “bucabile”. La leggenda vuole che vada bene per blog e siti vetrina ma che per altre cose sia troppo vulnerabile ad hacker e virus.

E’ vero?

No. Forse un po’, ma non è colpa di Wordpress.

E’ prima di tutto questione di statistica: se il 70% dei siti mondiali sono fatti con WordPress è normale che la maggioranza dei siti che riceve attacchi hacker sia un sito WordPress.

E’ come dire che al mondo una persona su tre è cinese, che è una cosa vera, ma questo non significa che in una famiglia di tre figli uno nasce cinese.

Con questa diffusione ed il fatto che il codice sia aperto è vero che gli hacker hanno un campo vastissimo per studiare tutte le vulnerabilità del caso, però è altrettanto vero che sia il team Sicurezza di WordPress , fatto da ben 50 elementi, e la community di sviluppatori indipendenti, ogni giorno sono a lavoro per trovare soluzioni ai problemi trovati dagli hacker cattivi.

4) Una specie di costante lotta tra il bene e il male.

E’ anche vero che la maggioranza delle vulnerabilità su Wordpress avvengono quasi sempre per gli stessi motivi, attribuibili non a Wordpress stesso ma a chi lo usa.

  • Nei casi di attacchi a siti (anche in casi famosi come l’agenzia stampa Reuters) il sito non aveva aggiornato Wordpress
  • L’utilizzo di plugin obsoleti, non aggiornati, non rimossi se disattivati (o nemmeno più supportati) è una porta d’accesso ai problemi
  • Utilizzare accessi come “nome utente admin” password “admin” o 123456, la password più comune di tutte da agli hacker il benvenuto a fare ciò che vogliono.
  • La mancanza di Captcha nei form e nelle pagine di login
  • L’utilizzo di hosting non sicuri
  • La mancanza di certificati SSL sul dominio

Ecco questa lista mostra come la maggioranza delle vulnerabilità di WordPress sono causate da chi lo usa ignaro di queste cose, felice di aver messo su un sito facilmente e dimenticando queste cautele.

In realtà si può avere un sito sicuro con WordPress: se non sei certo di come sia stato realizzato il tuo sito ecco perché ti serve un Esperto Wordpress.

5) Problemi SEO

Come abbiamo già detto prima, il sito WordPress è in origine, pronto per posizionarsi e per facilitare le attività SEO, però può accadere l’opposto. Cioè un sito WordPress fatto male che ha molti problemi a posizionarsi.

Quando accade questo? La risposta è facile: se si verifica uno o più degli altri problemi elencati fino ad adesso stai sicuro che la SEO sarà influenzata.

Il motore di ricerca e gli utenti prediligono siti veloci, sicuri, ben visibili e con link funzionanti.

Quindi: risolvi i problemi del tuo sito WordPress prima di investire altre attività SEO come i contenuti o la link building!

Sei pronto a fare crescere la tua attività?

Ora che conosci tutti i pro di WordPress ma anche tutti i problemi che puoi riscontrare sei sicuro che il tuo sito sia al 100% funzionale?

Se hai il minimo dubbio, non preoccuparti: puoi richiedere gratuitamente una consulenza con un esperto Wordpress!

Categorie