Come fare email marketing e far crescere il proprio business

  • Diego Gualdoni

image from Come fare email marketing e far crescere il proprio business

Considerare facile e semplice fare della email marketing è un errore. Non è perché si ha Outlook e si hanno degli indirizzi mail si può credere che sia sufficiente!

Proprio per questo, ho deciso di scrivere un articolo su come fare email marketing nel modo corretto per far crescere il proprio business, magari gratis e senza spam.

Per effettuare una campagna di email marketing che possa essere efficace, infatti, vi sono varie strategie che debbono essere utilizzate. Non per nulla, uno dei principali scopi delle email marketing è che queste siano aperte e lette dagli utenti ai quali sono state inviate.

Se si imposta una campagna in maniera approssimativa, di contro, le newsletter verranno cancellate senza che siano neppure aperte. C'è anche la possibilità che i messaggi che hai spediti finiscano nello spam. Non si deve ricorrere ad alcun trucco, ma per far sì che il tutto funzioni correttamente, si dovrà, semplicemente, fare in modo che essa sia fatta come si deve.

Precisamente, le numerose aziende che hanno compreso che le email marketing debbono essere fatte in maniera professionale, ottengono degli ottimi risultati.

I dati riportano che dopo il Seo e il PPC al terzo posto, per l’acquisizione di nuovi clienti, si trova questa opportunità, la quale, tra l’altro, è posizionata in classifica ben al di sopra dei tradizionali social.

Ma cosa e come scrivere questa email perché essa venga sia aperta e sia letta? Proviamo a stilare una specie di check list.

  • Creare una relazione

Indubbiamente il primo e fondamentale requisito perché la campagna di email marketing abbia un effettivo successo è quello di creare una relazione. Creando questa consapevolezza con i vari utenti, si potrà essere in vantaggio rispetto ai propri competitor.

  • Materiale utile

Ogni giorno le caselle postali sono ingolfate di email. Per evitare che anche quella inviata per la campagna venga gettata nel cestino, è opportuno inviare solo delle informazioni che siano utili e che siano effettivamente capaci di portare dei vantaggi concreti a chi la dovrà leggere.

  • Saper utilizzare l’oggetto

Il leggere o meno un messaggio di posta elettronica dipende, quasi, esclusivamente dal suo oggetto. Quindi, sarà bene indicare in maniera attraente quale sia l’oggetto della email. Per raggiungere lo scopo si dovrà fare un po’ di esercizio mentale, cercando di capire, mettendosi nei panni del ricevente, cosa possa essere davvero interessante. È, anche, da ricordare che si deve cercare di superare i filtri antispam.

  • Scrivere il messaggio

Questo, molto probabilmente, è il momento più difficile di tutta la campagna di email marketing. Infatti, è proprio qui che si mettere in campo tutte le capacità per rendere il testo interessante, coinvolgente e accattivante.

Una buona strategia è quella di far leggere il testo composto ad un campione di persone, proprio per comprendere le loro reazioni e verificare se questo è stato redatto in modo che sappia catturare l’attenzione.

Altro suggerimento è quello di comporre messaggi brevi, cioè privi di ridondanza e informazioni superflue. In pratica, ci si deve ricordare che non si sta componendo un testo divulgativo, ma un qualcosa che merita un approfondimento mandando l’utente al proprio sito.

In questo modo potrai sostenere delle campagne di email marketing efficaci che ti consentiranno di guadagnare davvero.

Ultima cosa: fare attenzione ai refusi e dare all’email una forma grafica che consenta una facile, comprensibile e diretta lettura. Non abbondare con i grassetti, perderebbero il loro valore, di inutili punti esclamativi e inconcludenti superlativi, andandoli ad utilizzare dove effettivamente servono e, soprattutto, è da evitare l’uso di formule trite e ritrite.

Categorie