Come diventare fashion blogger: crea un blog di moda anche tu!

  • Diego Gualdoni

image from Come diventare fashion blogger: crea un blog di moda anche tu!

Immagino che se stai leggendo questo articolo tu abbia certamente sentito parlare di Chiara Ferragni, Alessia Milanese e Chiara Biasi, non è vero?

E immagino anche che ti starai chiedendo come poter diventare fashion blogger.

Bene, allora sappi che stai leggendo l’articolo giusto.

Infatti sto per spiegarti tutto, ma proprio tutto su come aprire in blog di moda di successo!

Cercherò di darti i migliori consigli possibili per creare il blog che hai in mente.

Ti dirò persino come scegliere un nome per il tuo blog affinché tutti lo ricordino.

Beh, voglio essere sincero, non ti spiegherò proprio tutto. Io non so scrivere di moda, a quello devi pensare tu!

Come si fa a diventare una fashion blogger?

Semplice, hai bisogno di alcune cose indispensabili: tanta passione, tanto coraggio e tanta pazienza

Non voglio illudere nessuno, se hai deciso di aprire un blog in questo settore devi tenere presente che:

  1. Fare blogging è impegnativo
  2. La nicchia delle fashion blogger è molto competitiva (coraggio)

Tuttavia ci sono anche 2 buone notizie.

La prima è che se sfondi potrai guadagnare una montagna di soldi, sembra infatti che Chiara Ferragni guadagni 8 milioni di euro con il suo blog, la seconda è che oltre il 90% dei blog sulla moda fanno davvero schifo.

Mettendo in pratica i consigli presenti in questo articolo ti troverai in battibaleno davanti a tutti, o quasi….

Ma se successo sarà, devi essere pronta, ci vorrà del tempo (pazienza). Nulla accade da un giorno all’altro.

Solo se avrai davvero tanta passione, sarai capace di superare dei momenti di difficoltà e dei cali di motivazioni che prima o poi arriveranno.

Dovrai pensare, programmare e poi seguire una scaletta di cose da fare che vado subito a spiegarti.

Vuoi scaricare questa guida sul tuo pc? Clicca su uno dei pulsanti che seguono.

 cover-fashion-blogger
CLICCA PER IL DOWNLOAD 

Prima di tutto identifica il tuo stile

Per poter raccontare qualcosa di unico ed originale è opportuno prima fare un passo indietro e capire prima di tutto quale è il proprio stile.

Questo rappresenta un passaggio fondamentale per capire veramente chi sei e comprendere quello che è adatto al tuo stile personale e a quello dei tuoi lettori.

Ricorda che il tuo stile non è altro che punto di vista unico che hai della moda e delle infinite direzioni che puoi percorrere attraverso di essa.

Per aiutarti a capire quale è la categoria a cui appartieni abbiamo creato il quiz che segue. Rispondendo a tutte le domande capirai se il tuo stile è classico, chic, capriccioso, bohemian o d’avanguardia.

Una volta compreso quale è il tuo stile avrai più chiaro quale sarà la direzione che devi prendere.

Un consiglio per aprire un blog di successo

Diventare fashion blogger ed aprire il proprio blog può essere davvero complesso e molto impegnativo.

Il campo della moda, oltre ad essere un terreno iper competitivo, è anche molto vasto, direi praticamente illimitato.

Per questo motivo è assolutamente certo che online saranno già presenti centinaia di siti web simili a quello che vuoi realizzare tu.

Dunque, il primo errore che devi assolutamente evitare è quello di pensare di realizzare un sito che si occupi di tutto un po’.

Il migliore approccio che puoi avere è pensare in anticipo alla linea editoriale da avere. Una linea editoriale che abbia un punto di vista originale, un punto di vista che SOLO TU hai.

I blog più famosi sono quelli che hanno uno stile assolutamente originale e dei contenuti unici.

Ora ti starai chiedendo, da dove parto per scegliere l’argomento che più sento mio?

Se fossi in te, comincerei da Google Suggest.

Di cosa si tratta?

Google Suggest è quella funzione grazie alla quale il motore di ricerca ti suggerisce le ricerche che gli utenti digitano più di frequente a partire dalla parole chiave che stai inserendo.

L’immagine che segue spiega tutto:

Creare un blog di moda: suggerimenti di Google Suggest

Digitando quindi le parole “consigli di moda”, Google suggerisce tante idee di cui tener conto.

Potrebbe dunque essere un valido aiuto quando ancora sei indecisa su quale argomento specifico trattare.

CONSIGLIO PRO: più la nicchia o il settore che sceglierai sarà specifico, più semplice sarà ritagliarsi il proprio spazio all’interno del mondo della moda e di Internet. Più vasto sarà l’argomento che deciderai di trattare, più alta sarà la competizione che dovrai affrontare dovendoti misurare con colossi come elle.it, style.it, vogue.it ecc.

La strategia di Google Suggest può essere portata ulteriormente approfondita utilizzando un altro strumento di Google che si chiama Strumenti delle parole chiave. Per approfondire l’argomento ti suggerisco di leggere questo articolo.

Tornando a Google Suggest ecco una lista di parole chiave da cui puoi iniziare per scoprire quale è la nicchia più vicini alle tue passioni

  • consigli su come vestirsi
  • come vestirsi
  • consigli su cosa indossare
  • cosa indossare
  • moda per

Altro piccolo suggerimento per trovare nuove idee. Inserisci una parole (esempio moda) poi digita la sola lettera a, vedrai un risultato del genere:

Creare un blog moda: consigli su Google Suggest

Se al posto della a digiti la b e poi la c e tutte le altre lettere, troverai una infinità di suggerimenti e idee da cui partire.

A questo “generatore di idee” c’è una alternativa, e cioè ragionare per categorie.

E per farlo non devi fa altro che “spiare” i siti che seguono:

Una volta che ti sei collegata con la home page, potrai trovare qualche nicchia molto particolare come per esempio questa su Yoox

HOME -> DONNA -> SCARPE -> SCARPE -> SNEAKERS BASSE

Lo sapevi che le sneakers sono le scarpe più vendute al mondo? E allora, perché non dedicarci il tuo blog?

Come scegliere il nome per un blog di moda?

HOSTING GRATIS

Supponiamo (e ripeto supponiamo) che hai trovato che le sneakers rappresentino l’argomento del tuo blog, quello che devi fare ora è decidere il nome del blog con il quale vuoi farti conoscere.

Ora le opzioni sono davvero tante; puoi utilizzare il tuo nome e cognome, puoi utilizzare un nome di fantasia oppure puoi penare ad un nome che contenga la tua nicchia di riferimento.

C’è solo l’imbarazzo della scelta….. ma in realtà trovare ciò che fa al caso tuo non è per nulla semplice.

Trovare il giusto nome per il tuo blog è probabilmente è il primo e forse più importante passaggio.

Esso diventerà il tuo indirizzo su Internet e svolgerà un ruolo fondamentale sui social network oltre che ad essere la prima cosa su cui i tuoi visitatori poseranno gli occhi appena visiteranno il tuo sito.

Inventare il nome giusto è cruciale.

Ecco alcuni consigli che ti posso dare e che ho seguito personalmente quando ho deciso di creare il mio sito personale Seologico.

  1. Inizia con un foglio di carta bianca
    Hai mai sentito di quei creativi che iniziano i loro progetti seduti davanti ad un foglio di carta bianco? Bene, ora è il tuo momento. Pensa a quello che ti rende felice, a quello che ti piace, dove ti piace andare oppure indossare. Disegna qualcosa se ti va. Da quello che scrivi e disegni emergeranno idee e frasi che sono importanti per te. L’idea è che da questa nuvola di cose scollegate emerga qualcosa che rappresenti il tuo stile.
  2. Prendi ispirazione da chi ce l’ha fatta
    Vai su Google e fai questa ricerca: lista delle fashion blogger italiane più famose. Troverai una lista di 10 o 20 blog di maggiore successo. Cerca qualche punto di contatto con le idee che hai già in mente e scrivi qualche appunto. Come vedi, alcuni blog coincideranno con il nome e cognome dell’autrice, altri no.
  3. Pensa ad un nome corto
    Sarebbe fantastico, a mio avviso, trovare un nome composto da 5 o 6 lettere. Ma capisco che non è semplice. Cercate però di pensare ad un nome più corto possibile perché sarà più facile da pronunciare e più facile da ricordare.
  4. Facile da…..scrivere
    Immagina di essere al telefono con un amico e di raccontargli che hai appena aperto un blog, dove scrivi tante cose interessanti. La domanda spontanea che segue è: come si chiama? E tu, si chiama Entrophia Behind green Eyes. Con ogni probabilità ti sentirai dire: scusa, come? E tu: si, si chiama Entrophia Behind green Eyes e si scrive e, enne, ti, erre, o, p, acca, i, a……
    Pensi che sia un esempio inventato? No Entrophia Behind green Eyes esiste davvero e, pur essendo un blog di moda famoso, è un pessimo esempio (a mio parere) di come inventare il nome per un blog.
  5. Originale, ovviamente…
    Sembra scontato, ma è un aspetto importante, sopratutto perché poi dovrete registrare un nome di dominio e creare un profilo su Facebook, su Twitter, Instagram ecc. Se utilizzate un nome utilizzato già da altri, sarà più difficile emergere online ed avere uno spazio proprio.
  6. Qualcosa che ti rappresenti
    Una volta ho letto un’intervista di un famoso blogger che diceva che il suo blog lo sentiva come un figlio. Un figlio che voleva nutrire e far crescere fino a farlo diventare adulto. Utilizza una parola che sia legata a te o al tuo stile. Crea un nome che abbia un suono che ti piace.
  7. Conia un nuovo termine
    Se non trovi nessuna parola che fa al caso tuo, inventane una di sana pianta oppure modificala per renderla unica. Io, quando cercavo un nome per il mio sito che avrebbe parlato di SEO (Search Engine Optimization) ho pensato ad un nome che contenesse la parola principale ma che fosse anche descrittiva dello stile che avrei avuto. Un approccio logico alla seo, appunto…

Sai quale è l’origine del nome YOOX? Y e X sono i simboli che rappresentano i cromosomi femminili e maschili, la lettera o in realtà sarebbe lo zero, che nel mondo dell’informatica e il carattere che rappresenta il codice binario. Dunque il nome YOOX è l’unione tra l’essere umano e il mondo dell’informatica.

Questi che hai appena letto sono dei semplici consigli che puoi decidere di seguire oppure no. Non sono vincolanti per la scelta del nome, ma è certamente una buona base da cui partire.

Blog gratis o a pagamento?

Tramite un servizio come WordPress.com puoi creare il tuo blog gratis in pochi minuti . Una volta che ti sei registrata ed inserito alcune informazioni generiche, è possibile passare alla realizzazione del sito utilizzando alcuni temi pronti e solo da personalizzare.

Devo dire che per le opzioni gratuite a disposizione e per la facilità d’uso, WordPress.com può essere un’ottima soluzione. Dopo aver preso confidenza con la semplice interfaccia d’amministrazione, puoi facilmente procedere con la creazione di una home page accattivante e con la creazione dei tuoi primi articoli.

Il problema con queste soluzioni è che mancano di alcune funzionalità necessarie per coloro che vogliono fare il salto di qualità al proprio sito e alla propria attività di fashion blogger.

Mi riferisco soprattutto alla possibilità di utilizzare dei plugin particolari e sul controllo di tutti quegli aspetti che riguardano l’ottimizzazione delle pagine da un punto di vista seo, che avranno un ruolo fondamentale sul traffico che il tuo sito sarà in grado di generare (di cui parleremo più avanti).

Se vuoi fare di questa attività un semplice hobby, WordPress.com può rappresentare la soluzione migliore, ma se intendi fare le cose per bene, allora rivolgiti ad un fornitore di hosting che possa darti tutti gli strumenti per realizzare il tuo progetto. Se hai già un tuo sito attivo, ma non sei soddisfatta del servizio ricevuto, trasferiscilo da noi seguendo questa guida.

Se è vero il secondo caso, allora, scelto il nome del blog, assicuratevi che il nome di dominio sia disponibile. Il nome del dominio sarà il tuo indirizzo su Internet e per questo devi accertarti che sia ancora libero, che nessuno lo abbia registrato prima di te.

Quando io ho deciso che il nome sarebbe stato Seologico, la prima cosa che ho fatto è quella di verificare che fosse ancora libero.

Te lo puoi fare utilizzando questo tool.

Si tratta di un servizio per la verifica in tempo reale dei domini ancora liberi. Scelto il tuo, procedi con l’ordine.

A soli 9 euro potrai assicurati il tuo nome di dominio perfetto!

Completato l’acquisto del dominio (che è poi il nome del tuo blog), ti assicuro che avrai una sensazione speciale.

Ti sentirai come far parte di un mondo, quello di Internet, dove, grazie al tuo talento, potrai avere successo e soddisfazione.

E ti assicuro che è proprio così!

Il nome del tuo blog è pronto, il nome del tuo dominio pure, cosa ti manca per partire?

Il sito web vero e proprio, dove cominciare a pubblicare i tuoi contenuti. Ma qui cominciano le prime difficoltà….

Se non hai mai realizzato un sito e non sai da dove cominciare, allora hai un po’ di strada da fare per capire da dove iniziare e come procedere…..

Fortunatamente però su Internet trovi chi è in grado di metterti velocemente nelle condizioni di pubblicare le tue pagine in poche ore.

Noi di WebHosting.it abbiamo infatti ideato un pacchetto di hosting per wordpress che comprende il dominio da te scelto e con wordpress preinstallato (a partire da 1.9€ al mese), ma anche un servizio di realizzazione di siti professionali a partire da 97€.

Con una soluzione del genere puoi aver un sito come quello che segue pronto in poche ore:

Tema premium per un blog di moda

Niente male, eh?

Ti ricordi che all’inizio di questo articolo ho detto che il 90% dei blog a tema moda sono brutti (in realtà ho usato un altra parola…)?

Con un tema del genere, nel giro di un giorno il tuo blog sarà già migliore di loro.

Cosa scrivo adesso per il mio blog?

E adesso cosa scrivo? Ho il nome del blog, ho il sito pronto, ma cosa comincio a pubblicare?

Questo è quello che può accadere. Subito oppure più avanti nel tempo. Non avere cioè le idee chiare su cosa scrivere e condividere in rete.

Allora ho pensato da una serie di idee che possono aiutarti a partire subito con il piede giusto. Leggi questa lista per farti un idea:

  • Il tuo outfit: cosa indossi di solito? Come puoi aiutare i tuoi lettori ad scegliere le cose giuste?
  • L’outfit di una tua amica: come fa la mia amica ad avere sempre così gusto? Quali sono i suoi abbinamenti preferiti?
  • Un acquisto recente: condividi il tuo ultimo acquisto e spiega perché hai scelto un determinato capo di abbigliamento.
  • Un problema che hai: non riesci a trovare qualcosa che sia giusto per un occasione speciale? Dove trovare ispirazione?
  • Una soluzione che hai trovato: dove hai trovato quei jeans così carini? Prova a raccontarlo.
  • Fatto in casa: le soluzioni fai da te possono dare grandi soddisfazioni, sopratutto se poi le racconti sul tuo blog.

Queste sono solo delle idee, per scrivere i primi articoli, ma certamente ce ne sono tante altre, pronte per essere raccontate tramite il tuo blog.

Tante ne avrai che frullano dentro la tua testa, tante te ne verranno in mente leggendo blog o riviste del settore.

L’importante è che tu rimanga sempre aggiornata e un po’ di creatività per rielaborare e fare tue le cose che vedi in giro.

Un posto dove troverai sicura ispirazione è questo gruppo su Facebook: Fashion Bloggers Italiane

Ricorda bene: uno dei fattori per ottenere la giusta visibilità su Google è pubblicare in modo costante contenuti di qualità e originali. L’ideale sarebbe quello di pubblicare un articolo al giorno e che questi articoli siano lunghi oltre le 2000 parole (l’articolo che stai leggendo è di oltre 2500 parole) . La cosa importante è che tu sia costante nel pubblicare sempre nuovi articoli.

Capisco che non è facile tenere un ritmo del genere ed essere in grado di produrre contenuti così lunghi, ma più ti avvicinerai a questo livello meglio sarà per te.

Per semplificare questo genere di lavoro sarà utile far riferimento a quello che viene chiamato calendario editoriale.

Si tratta di un calendario che preparerai a tempo debito indicando cosa scrivere e in quali giorni. In questo modo, saprai esattamente cosa scrivere e quando.

Questo è importante, perché non dovrai improvvisare nello scrivere nuovi articoli per il tuo blog.

Come monetizzare un Fashion Blog

Monetizzare un blog, logicamente, è una più che legittima aspirazione. Ma come poterlo fare?

Internet propone molte concrete e interessanti soluzioni.

Capire il proprio lettore

Se si volesse descrivere in maniera breve e sintetica cosa fa e chi è un fashion blogger, si potrebbe semplicemente dire che è un professionista che si occupa di tutte le dinamiche tematiche che sono strettamente legate al poliedrico mondo della moda.

Tuttavia, come già detto in precedenza, la strada migliore per ottenere il proprio spazio è quello di specializzarsi e di occuparsi di una nicchia specifica all’interno di un mondo che risulta essere vastissimo.

E proprio attraverso questa capacità di specializzarsi, un fashion blogger potrà far emergere la propria voce e far comprendere a tutti come il suo blog sia differente e unico a confronto dei tanti esistenti.

Di fatti, egli, per prima cosa, andrà a comprendere quale sia la tipologia di quel determinato tipo di pubblico, interagendo in modo da far diventare quel blog un faro, un punto di riferimento per tutto ciò che riguarda la propria nicchia.

Il fashion blogger sa perfettamente che sono le persone a determinare le fortune di un blog di moda e, questo, a prescindere da quanto possa essere noto e famoso un brand o il blog stesso.

Compreso quale è il proprio bacino di riferimento, allora sarà anche possibile ottenere il meglio dal proprio blog, anche in termini economici.

Monetizzare un blog

Monetizzare un blog non è affatto una banalità, ma un processo che necessita di costanza e di determinazione, come pure di una sempre indispensabile passione.

Alcuni, hanno pensato di aggirare gli ostacoli credendo di poter monetizzare un blog attraverso la vendita di abbonamenti, ottenendo, nella maggioranza dei casi, scarsi risultati.

Altra possibile soluzione vede l’offerta di spazi pubblicitari.

In questo tipo di soluzione, cioè quella relativa alla pubblicità, è bene rammentare che l’eventuale guadagno è sempre proporzionato a quanto saranno i visitatori del blog.

Per riuscire a raggiungere ciò, quindi, è indispensabile che vi siano sempre più visitatori.

Gli strumenti per monetizzare il tuo blog

Tra i vari strumenti per monetizzare il tuo blog spicca Google Adsense, indiscutibilmente uno dei più celebri servizi di pubblicità che viene ad essere proposto da Google stesso.

Si potrà mettere all’interno della piattaforma degli spazi pubblicitari. Il guadagno, dipende solamente dalle visualizzazioni e dai vari clic che gli utenti faranno visitando il tuo blog.

Network di affiliazione come, ad esempio, Clickpoint, Sprintrade, Zanox e Tradedoubler invece, consentiranno di trarre dei guadagni non tramite i clic, ma tramite le vendite dei prodotti.

Quindi, su queste vendite, si andrà ad ottenere una determinata percentuale.

Un fashion blogger non potrà non affiliarsi a siti dove a farla da padrona è il fashion e anche altri oggetti cult. Tra questi i famosissimi Amazon e Zalando.

Un metodo non invasivo è anche il native advertising, una forma tra annunci pubblicitari e contenuti.

Conclusioni

Ho scritto questa guida per parlare degli aspetti principali su come creare un blog di moda. Ma questo è solo l’inizio.

Ti ho parlato di alcuni strumenti che puoi utilizzare a tuo vantaggio e nel migliore dei modi, ma questo è il suggerimento più prezioso che posso darti: se vuoi diventare una fashion blogger di successo devi raccontare qualcosa di unico, qualcosa che solo tu sei in grado di cogliere.

Se ti uniformi al “resto della truppa”, non farai molta strada.

Se hai dei consigli da aggiungere a questa guida, scrivili nei commenti, sarei più che felice di condividerli con tutti.